mattbriar

 

TOP 4: LE MIGLIORI SERIE TV VISTE NEL 2018 (E LA PEGGIORE)


Dopo la Top 6 delle letture, ho pensato a una Top 4 delle serie tv viste durante l'anno appena concluso che mi hanno sorpreso positivamente (attenzione, non sono serie del 2018, ma che io ho visto nel 2018). In più, in fondo, una delusione inaspettata. Consideratelo giusto un modo per consigliarvi queste quattro serie.

1. Dark (stagione 1)
Dark è stata un'autentica sorpresa: la sua atmosfera e il suo articolato intreccio sono qualcosa da sperimentare, vi lasceranno senza fiato. Sebbene in giro ci siano tante serie tv di ottima fattura e di livello cinematografico, non mi aspettavo un prodotto di un livello tale da affiancarsi a serie simbolo come Twin Peaks, X-Files, Lost (almeno le prime due) o la più recente Westworld. Per saperne di più, cliccate qui.



2. Utopia (stagioni 1-2)
Serie tv inglese (mai passata in Italia) incentrata su una misteriosa graphic novel nella quale vi sono indizi su agghiaccianti esperimenti farmacologici condotti sulla massa ignara da parte di una multinazionale farmacologica. Incalzante, spietata, complessa, degna del miglior X-Files ma senza poliziotti di mezzo. Il fatto che è inglese dà quel tocco in più a livello di cast e recitazione che distingue la serie da prodotti simili ma americani.


3. The Handmaid's Tale (stagioni 1-2)
Adattamento ed espansione di Il racconto dell'ancella della Atwood (di cui ho già parlato ampiamente), alterna una prima stagione fedele al romanzo ma a mio avviso troppo lenta, a una seconda che prende le distanze dal libro ma guadagna ritmo e una voce propria. La resa è comunque ottima, di livello cinematografico, molto cruda e disturbante come richiesto dal soggetto: un mondo in cui le donne sono trattate come schiave e sfruttate per procreare.


4. The IT Crowd (stagioni 1-4)
Sit-com britannica, o meglio "nerd-com", incentrata sulla vita di un ufficio informatica. L'umorismo è simile a quello di The Big Bang Theory, di cui è fiera antesignana, ma più sottile e all'inglese, con tocchi di stravaganza alla Mr. Bean. Ci sono degli episodi sono davvero esilaranti. Una scoperta piacevolissima, peccato solo per il misero numero di episodi.


La delusione
Doctor Who stagione 9
Dopo una buona partenza con il nuovo dottore (intendo Peter Capaldi) nell'ottava stagione, la 9 si è rivelata noiosa, infarcita di episodi faciloni e con trame stupidotte. Solamente due o tre puntate valgono davvero la visione e non ci sono più episodi all'altezza delle stagioni precedenti. Questo non invoglia a proseguire con la decima (e ultima prima della "nuova gestione"). Un vero peccato perché apprezzavo molto la serietà del Dottore interpretato da Capaldi.



Se ti è piaciuto, metti un like e condividi!


Commenti