Post

Visualizzazione dei post da 2009
mattbriar

 

NEIL YOUNG: DREAMIN' MAN LIVE 92

[Update 25.6.2012]

Questo live si presenta come il #12 della Archives Performance Series e il suo contesto è il tour acustico del 1992, anno nel quale Neil Young propose le canzoni del nuovo album Harvest Moon. La prima volta che il pubblico sentì questi dieci nuovi brani fu durante il solo tour, proposti quindi nella classica e spoglia veste chitarra e voce. Inevitabile che nella serie Archives dovesse arrivare questo live, poiché costituisce un importante momento della carriera di Young. Harvest Moon può essere …

KEROUAC: MAGGIE CASSIDY

Questo romanzo tratta della storia d'amore tra Jack Kerouac e Mary Carney (la Maggie Cassidy del titolo) avvenuta a Lowell negli anni del liceo (1938-39).
Jack inizia il romanzo nell'estate 1952 quando alloggia per un po' da William Burroughs a Città del Messico, ma per la fine di luglio Burroughs si trasferisce e Jack ritorna in California da Neal e Carolyn Cassady. Qui lavora instancabilmente al materiale che costituirà Sulla strada, Visioni di Cody e Dottor Sax. Il lavoro su Maggie Cassidy riprende…

KEROUAC: LIBRO DEL RISVEGLIO & SOME OF THE DHARMA

Jack trascorre la fine del 1953 a New York in solitudine, dopo che Ginsberg e Burroughs partono per il centro America. Nel gennaio 1954 si interessa al Buddhismo, di cui Ginsberg gli ha parlato la primavera precedente. Si trasferisce a San Josè nella nuova casa di Neal e Carolyn Cassady e trascorre febbraio nella biblioteca cittadina, immerso nei testi buddhisti. Per la fine del mese ha un centinaio di pagine di appunti battuti a macchina: è il primo corpus di Some Of The Dharma. Rimane da Neal fino a fine marzo …

ONE FAST MOVE OR I'M GONE: KEROUAC'S BIG SUR

Il romanzo Big Sur è incentrato sul periodo trascorso da Jack Kerouac in una capanna di proprietà di Lawrence Ferlinghetti vicino alla spiaggia californiana di Big Sur, nell'estate del 1960. A fianco di Sulla strada e qualche altro titolo, Big Sur è tra i suoi romanzi più noti. Nel 40° anniversario della scomparsa, il mondo ha ricordato il grande scrittore in molti modi. Uno di questi è stato la realizzazione di un documentario sul periodo vissuto a Big Sur, la cui colonna sonora è stata composta da due chita…

GRAHAM NASH - REFLECTIONS

[Update 29.6.2012]


Graham Nash è un autore straordinario, assolutamente al pari di David Crosby – sebbene questi abbia quell’impatto blues/jazz d'effetto e che, almeno in certe composizioni o in certi periodi, fa pendere dalla sua parte l’ago della bilancia. E’ una questione direi discografica che entrambi abbiano dimostrato di battere Stills. Nash è un musicista ma soprattutto un compositore straordinario. La sua N è quella che imprime dolcezza, pace e amore. Reflections è un box che emana soddisfazione solo …

TULLIO DOBNER O DELLA TRADUZIONE (PT.2)

Fonte: Anobii
2. Dobner su Stephen King e sul nuovo libro Under The Dome (con esempio delle difficoltà di traduzione)
Su King ripeto quanto già dichiarato più volte: non ho avuto il piacere di conoscerlo e non l'avrò; non sono riuscito a contattarlo e non ci riuscirò; gli chiederei di assistermi come qualche altro Autore fa con i suoi traduttori. […] Ho cominciato a tradurlo per caso, perché così va il mondo. Volevano che fosse un traduttore maschio a tradurlo e mi sa che c'ero solo io. Poi mi contattò Son…

TULLIO DOBNER O DELLA TRADUZIONE (PT.1)

Soltanto in questi giorni mi sono reso conto che su un blog letterario c’è una discussione – tenuta in questi mesi – tra i lettori di Stephen King e il traduttore italiano delle sue opere, Tullio Dobner. Ebbene ciò che dice Dobner è interessante su tutti i fronti e talvolta grandioso. Riporto qui estratti dei suoi interventi ordinati in base ai temi delle discussioni (cioè riordinati dal caos delle domande-risposte). Fonte: Anobii
Parte 1 - Dobner sul lavoro e la filosofia del tradurre.
Breve storia del libro: Se…

KEROUAC: LETTERE DALLA BEAT GENERATION

Uscito tra i tanti Oscar Mondadori intorno al 2000 (per il trentennale dalla morte dello scrittore), questo libricino di sole 123 pagine costituisce un piccolo tesoro per chi vuole approfondire la figura di Jack Kerouac andando al di là dei suoi romanzi, sbirciando nella sua vita personale e nelle relazioni con gli amici scrittori della Beat Generation. Le lettere vanno essenzialmente dal 1947 al 1956 (più un paio del 1941 e 42) e sono indirizzate ai familiari – la sorella Caroline, la madre Gabrielle – e agli am…

NEIL YOUNG: LIVE AT FILLMORE EAST, MASSEY HALL & CANTERBURY HOUSE

LIVE AT FILLMORE EAST 1970
(2006)



Con questo storico concerto si apre la serie di live shows che vedranno la luce nel progetto Archivi di Neil Young, che ripercorrerà la sua carriera aggiungendo un bel po' di materiale alla sua già sostanziosa discografia. Questa prima (ma non cronologicamente parlando) pietra miliare registrata nel marzo 1970 in due date al Fillmore East, ci presenta l’originaria line-up dei Crazy Horse, vale a dire con Danny Whitten alla chitarra ritmica, quel Danny Whitten che morirà pochi …

EDIE KEROUAC PARKER: LA MIA VITA CON JACK

La vita di Edie Parker insieme a Jack Kerouac è breve: si sposano nel 1944 dopo un paio d'anni di convivenza a New York. Già alla fine del 1945 il matrimonio va in crisi e nel settembre 1946 Edie firma l'annullamento. Le memorie di Edie raccontano quegli anni: da quando conosce Jack, poco dopo che da Lowell si trasferisce a New York per andare all'università nel 1940 (ne parla alla fine di Maggie Cassidy), fino agli anni successivi al matrimonio, raccontati negli ultimi due capitoli. Il cuore del libr…

KEROUAC: LIBRO DEGLI SCHIZZI

Ininterrotti schizzi verbali
delle immagini subcoscienti
di sezioni dei
ricordi della vita di un
genio imbecille che riposa
nel manicomio della sua
mente [...]
Libro degli schizzi è un'antologia di appunti scritti prevalentemente tra l'agosto 1952 e il dicembre 1954 in cinque taccuini, durante i molteplici spostamenti tra il North Carolina (casa della sorella), New York (madre) e la California (famiglia Cassady). Alla fine del 1957, dopo aver comprato casa a Long Island (New York) insieme alla madre, Jack ribatte…

VISIONI DI JACK (parte 1)

«Intendo parlare di queste cose con la gente – ma credo che la cosa principale resterà pur sempre questo monologo interiore che dura tutta la vita incominciato nella mente mia.»
Jack Kerouac


Non ho conosciuto Jack Kerouac con Sulla strada. Milioni di persone si limitano a leggere Sulla strada perché è il cult, convinti che basti questo per conoscere Kerouac o pensando persino che gli altri suoi libri siano pallide imitazioni. Io sono partito da Big Sur, molti anni fa, quando andavo alle superiori (preso in prest…

KEROUAC, HOLMES E L'ETICHETTA BEAT

La prima apparizione del termine Beat è in La città e la metropoli di Kerouac.
Il 16 novembre 1952 appare sul Times il pezzo This Is The Beat Generation firmato da John Clellon Holmes. Durante la loro corrispondenza, anni prima (intorno al 1948), Jack Kerouac introduce a Holmes per la prima volta la definizione di Beat. Holmes attribuirà sempre la definizione a Kerouac, sebbene durante la vita i due mantengano un difficile rapporto.
“È una sorta di clandestinità... come se fossimo una generazione di clandestini.”…