terrerare

GOTHAM: STAGIONE 4 EPISODI 13-22



Il protagonista della seconda metà di Gotham 4 è il Joker. La città di Gotham sta per trasformarsi nella Terra di Nessuno, dove le gang criminali si spartiscono il territorio in una guerra costante e per la brava gente sembra non esserci più posto. Intanto il giovane Bruce Wayne capisce e accetta quello che deve diventare, anche grazie all'aiuto inaspettato di Ra's Al Ghul.
L'introduzione del Joker a partire dal personaggio di Jerome (ma, attenzione, non è lui) risulta un po' forzata e poco credibile. Nella loro ricerca di una soluzione originale e che giustificasse la somiglianza di Jerome al Joker, gli sceneggiatori si sono arrampicati sugli specchi e hanno finito per esagerare.
Dopo una già notevole prima parte di stagione, il ritmo decolla e questa è la cosa più importante. La stagione 4 si dimostra molto migliore della 3, anche se non eccellente quanto la prima, sicuramente al livello della seconda. Ci fa dimenticare persino le ripetitive stupidaggini che sempre più circondano il personaggio di Gordon. Infatti il detective figaccione e il resto dei personaggi "buoni", già dalla seconda stagione diventano il punto debole di Gotham (come pure certi cattivi apparsi e scomparsi in modo troppo sbrigativo, un potenziale decisamente poco sfruttato, ma pazienza).
Gotham si conferma un serial fedele a schemi rigidi e un target di età giovanile, dai risultati altalenanti ma nel complesso accattivante, soprattutto grazie all'ambientazione dark e ai tocchi di grottesco. La quinta stagione sarà l'ultima, più breve, e dovrebbe chiudere col botto.




Leggi anche

Commenti